Porti di pesca, zone di ripopolamento e valore ambientale, i cantieri aperti del Flag Nord Sardegna

 

Un momento dell’Assemblea

ll partenariato del FLAG Nord Sardegna si è riunito nell’Assemblea di fine anno per fare il punto sullo stato di attuazione del Piano di Azione FEAMP e delle altre attività progettuali; il Flag, Agenzia di Sviluppo Locale Costiero, associa imprese di pesca e acquacoltura, i Comuni che vanno da Bosa a San Teodoro nel Nord Sardegna, Camera di Commercio e   Associazioni di Categoria, Parchi Naturali e Aree Marine Protette.

Il Presidente Benedetto Sechi, incontrando i soci, ha illustrato lo stato di salute del Flag, una situazione di ottimo equilibrio economico e finanziario, le attività in corso e quelle che prenderanno il via nel 2019.

“A ospitare l’incontro è stato stavolta il Comune di Valledoria, partner del Flag” sottolinea Sechi,”in omaggio alla consuetudine che vede il Flag andare sul territorio, con l’obiettivo di migliorare la coesione e la conoscenza reciproca dei partners, che oggi sono 59”.

Il Sindaco di Valledoria Paolo Spezziga e il Presidente del Flag Nord Sardegna Benedetto Sechi

Nel suo saluto, il Sindaco di Valledoria, Paolo Spezziga, ricorda che il suo Comune è socio fondatore del Flag, e ne sottolinea il ruolo strategico in uno sviluppo locale sostenibile e rispettoso dell’ambiente

Molti i cantieri aperti in questo ciclo di programmazione: i Comuni di Bosa, Castelsardo e Trinità d’Agultu, con l’Unione dei Comuni dell’Alta Gallura, hanno presentato i progetti finanziati dall’Azione 2.1, Infrastrutture nei porti per migliorare i servizi ai pescatori, alaggio, varo, ormeggio, colonnine multiservizi attrezzate in banchina

Previsti anche finanziamenti mirati per creazione di nuove imprese e supporto alle imprese esistenti negli assi pesca, acquacoltura e trasformazione/commercializzazione.

Alcuni dei pescatori presenti all’Assemblea

“Il Flag sosterrà l’istituzione di zone di ripopolamento di pesca nelle aree che lo richiederanno con l’assenso dei pescatori e Azioni di educazione ambientale e alimentare, in collaborazione con i Parchi Marini, scuole” continua Sechi ”azioni in cui crediamo molto e che caratterizzano il ruolo del Flag come agente di sviluppo territoriale ma anche come promotore di cultura e comportamenti responsabili da parte degli attori della filiera ittica”.

In cantiere anche l’Azione di valorizzazione della biodiversità nella Foce del Coghinas, protagonisti i Comuni di Badesi e Valledoria, con attività di animazione, attuazione del Contratto di fiume e installazione di strutture in legno per la fruizione e informazione sulle due sponde del Fiume Coghinas.

“Oltre alle Azioni finanziate dal FEAMP, il fondo europeo specifico per la pesca” conclude Sechi ”il Flag è partner del progetto PRISMAMED, gestione dei rifiuti nei porti di pescain area Flag, e percorsi di formazione e creazione d’impresa con Green & Blue Economy RAS e FSE; tra questi, il percorso per Manager di Rete per la Green & Blue Economy, una competenza complessa al servizio del sistema delle imprese e dello sviluppo locale”

Il Flag Nord Sardegna ha creato reti stabili di collaborazione con i GAL, i Gruppi di Azione Locale, con i quali condivide percorsi di sviluppo e progettualità.

Infine, i soci hanno approvato il bilancio di previsione per il 2019 e il nuovo regolamento elettorale.

Scarica le infografiche delle Azioni in cantiere

Scheda Porti di Pesca Azione 2 1

Scheda Ripopolamento zone di Pesca Azione 3.1

Scheda Valorizzazione biodiversità nelle zone umide Azione 3.2