Az 321 – Educazione ambientale attuata dai parchi e dalle aree marine


Loghi Top Pagine GAC NS

GAC Gruppo di Azione Costiera GAC Nord Sardegna
PSL Pesca e sviluppo sostenibile nel Nord Sardegna
CUP H86D13000190007
Numero Azione (riferimento PSL) 3.2.1
Titolo Azione (riferimento PSL) L’uomo e il mare: attività di diffusione della cultura del mare, di educazione ambientale, informazione e sensibilizzazione sul tema della pesca.

I PARTNER ATTUATORI

IL PARCO REGIONALE DI PORTO CONTE

 

 

porto conte logo

Istituito on la L.R. n.4 del 26 febbraio 1999, il Parco Regionale di Porto Conte si sviluppa nel Comune di Alghero. Il suo territorio è caratterizzato da una grande varietà di ambienti di elevato interesse naturalistico per la presenza di specie animali di importanza comunitaria e di numerose specie vegetalii endemiche. Al suo interno è compresa la foresta demaniale “Le Prigionette”, una parte del Parco Geominerario della Sardegna, il SIC Capo Caccia e Punta Giglio e la ZPS Capo Caccia.

Finalità del Parco di Porto Conte è assicurare una gestione unitaria al complesso degli ecosistemi di rilevanza internazionale, dallo stagno del Calich, alle falesie di Capo CacciaPunta Giglio e Punta Cristallo, agli affioramenti permo-triassici di PorticcioloCala Viola, al sistema di grotte emerse e sommmerse: un insieme di paesaggi unici in Europa.

L’area di Porto Conte presenta segni d’insediamento, a partire dal Neolitico, con diverse testimonianze nuragiche (PalmaveraMonte SixeriS. Imbenia) e romane. Sono inoltre evidenti le testimonianze relative all’esperienza carceraria del novecento, costituite dal villaggio di Tramariglio e da numerose diramazioni, ma anche dalle numerose opere di rimboschimento, di cui rimangono vastissime pinete, oggi di grande interesse ricreativo.

 

IL PARCO NAZIONALE DELL’ASINARA

parcoasinara

Al centro del sistema organizzativo della legge 394/91 (legge quadro sulle Aree Protette), viene individuata una specifica autorità di governo, che ha il compito di perseguire i fini stabiliti dalla legge e garantire la tutela integrale del patrimonio naturale presente nel territorio dell’area protetta. Questa autorità è l’Ente Parco, che ha personalità di diritto pubblico, sede legale e amministrativa nel territorio del parco ed è sottoposto alla vigilanza del Ministro dell’ambiente.

Il Parco Nazionale dell’Asinara ha tra le sue competenze primarie (Legge 327/1991) l’educazione e la sensibilizzazione ambientale finalizzate alla conservazione della biodiversità e del paesaggio. L’elevata naturalità, la bellezza dell’ambiente, la suggestione della memoria storica rendono l’isola un luogo di straordinario coinvolgimento emotivo, di riflessione preziosa e di attenzione sul valore della tutela responsabile. Una tutela non fine a se stessa, ma come gesto di profonda consapevolezza che questa natura è parte costitutiva di noi, è elemento integrante della nostra felicità, del nostro benessere. La tutela non come obbligo e neppure solo come dovere, ma piuttosto come gioia, come momento di partecipazione entusiasta, di amore per la nostra comune natura e di rispetto per i beni comuni.


DESCRIZIONE DELL’AZIONE

Le aree costiere sono sede di ecosistemi molto complessi, caratterizzati da elevata diversità, produttività biologica e da alta variabilità spaziale e temporale dei processi fisici e biogeochimici. La conservazione della integrità di questi ambienti e dei loro equilibri interni devono essere gli obiettivi prioritari di tutte le politiche di sviluppo sociale ed economico di ogni paese.

Dallo studio delle criticità emerse in fase di predisposizione del PSL, si rileva la necessità di attività di sensibilizzazione sulla salvaguardia ambientale e di attività di formazione rivolta a diversi target di utenti potenziali. A tale riguardo, appare sempre più necessaria, un’azione di educazione ambientale, rivolta ai giovani in età scolare, incentrata sul rapporto uomo/mare/pesca così come sulle tematiche della tutela ambientale al fine di ampliare le loro conoscenze sull’ambiente marino e le attività di pesca. Una rilettura attenta proprio delle attività di pesca contribuirà ad attualizzare l’interesse dei giovani verso un mestiere di antichissima origine ma del tutto attuale se riproposto e promosso in chiave moderna in cui allenuove tecnologie si associa la cultura delle buone pratiche. La finalità dell’azione, inoltre, è quella di avviare un processo di educazione ambientale.

Nell’ottica comunitaria di uno sviluppo integrato, che dia continuità e capitalizzi i risultati che discendono dai numerosi progetti che, nel corso del periodo intercorso tra la candidatura del PSL e l’avvio della fase operativa di attuazione del Piano, sono stati realizzati dai partner coinvolti nell’azione ponendo le basi per il concreto sviluppo del presente intervento di educazione ambientale, informazione e sensibilizzazione sul tema della pesca .

Le attività sono arricchite dall’esperienza che i partner hanno acquisito nei rispettivi campi di competenza e dalle specificità di ciascuno. Infatti, i partner individuati dal partenariato in fase di predisposizione del PSL presentano particolare expertise nello svolgimento di attività istituzionali di educazione ambientale.

Le attività previste dall’azione sono così di seguito articolate:

1)Attività di educazione ambientale dedicate agli alunni ed insegnanti di scuole elementari di Comuni costieri del Nord Sardegna (Comune di Alghero – Ente Gestore AMP Capo Caccia –Isola Piana);

2)Attività di educazione ambientale sui Laboratori della conoscenza per le risorse del mare elagunari, mutuate dall’esperienza del progetto Retraparc (Parco Porto Conte, Parco Asinara);

3)Azioni di promozione delle conoscenze sulla qualità ecologica dell’ambiente mare (Nodo INFEA Provincia Olbia Tempio e Comune di Palau);

4)Seminari e percorsi ambientali in ambiente costiero (congiuntamente AMP Capo Caccia – Isola Piana, Nodo INFEA Provincia Olbia Tempiocol contributo del Comune di Palau, Parco Porto Conte, Parco Asinara);

Le azioni prevedono momenti di partecipazione dei pescatori. Beneficeranno dell’azione vari target di utenti quali gli insegnanti ed alunni di scuole elementari e medie del Nord Sardegna – Cittadini e Turisti. Il territorio di riferimento su cui si produrranno le ricadute dell’azione è quello del GAC Nord Sardegna.


FOTO E VIDEO DELLE ATTIVITA’


DOWNLOAD